Il tuk tuk è simpatico, l’ape piaggio è design al servizio dell’impresa

Il tuk tuk è simpatico, l’ape piaggio è design al servizio dell’impresa

Leggendo articoli che riguardano il settore dei veicoli commerciali e da trasporto capita non di rado di imbattersi nel nome “tuk tuk” accompagnato dalla foto di un’apecar o erroneamente riferito al veicolo di culto prodotto dalla Piaggio a partire dalla fine degli anni ’40 del secolo scorso.

Se è vero che i due veicoli hanno in comune l’assetto a tre ruote e, vagamente, la forma della scocca, è altrettanto vero che la loro funzione, così come la considerazione del mercato a livello internazionale, sono molto diversi fin dalle origini.

Breve storia del Tuk Tuk

Tuk Tuk è il nome con cui ci si riferisce alla motocicletta 3-ruote, a cui viene agganciato un carro, per essere utilizzata come taxi in molte città asiatiche e in particolare a Bangkok, dove si è convertita in un’icona turistica.

Il nome è onomatopeico e deriva dal rumore tipicamente emesso dal motore di questo mezzo di trasporto cominciato a diffondersi negli anni ’50 e affermatosi nella decade successiva.

tuk tuk bangkok per trasporto persone uso taxi
Il tuk tuk è l’erede motorizzato del samlor (sam = tre, lor = ruota, in lingua Thai), una bicicletta unita a una cabina posteriore sulla quale possono sedersi più passeggeri.

samlor bici carrozza asiatica
Il samlor a sua volta è l’erede del rickshaw, la carrozza trainata da una persona che, si dice, cominciò a diffondersi in Tailandia dopo essere stato mostrato da un ricco commerciante cinese al re Rama V nel 1871. Il successo tra le tante persone che non potevano permettersi un cavallo per percorrere le fangose strade di Bangkok fu immediato.

Pare che il primo rickshaw (in italiano “risciò”) venne costruito nel 1869 da un fabbro americano, Albert Tolman, per il missionario Jonathan Scobie, un ministro battista americano che lo utilizzò per trasportare la moglie invalida per le strade di Yokohama.

antico rickshaw giapponese fotografia
Il termine in inglese deriverebbe dal giapponese “jin-riki-sha” che significa “veicolo a trazione umana”. I giapponesi, invece, furono i primi ad agganciare la carrozza a un motorino dando vita al primo tuk tuk.

Il percorso dal Rickshaw, al Samlor, al Tuk Tuk, mostra chiaramente come fin dalle origini questo mezzo fu destinato al trasporto di persone in città.

Breve storia dell’Ape Piaggio

L’Ape è un motocarro a tre ruote realizzato dall’azienda Piaggio nel 1948 e divenuto un simbolo del gusto estetico e del design italiano nel mondo.

Fu inventato nell’Italia del dopo-guerra come alternativa più economica ai veicoli commerciali a quattro ruote.

ape piaggio MP motocarro e motofurgone anni 50-60 foto in bianco e nero

L’idea di base, per mantenere i costi di produzione al minimo creando un mezzo alla portata di un paese povero uscito malconcio dalla guerra, fu quella di montare un carro, più tardi una cabina furgonata, su uno scooter, realizzando quindi un motocarro o un motofurgone.

I primi modelli furono realizzati partendo da una Vespa a cui veniva agganciato un rimorchio. Per questa ragione si diffuse il nome di VespaCar, tutt’oggi utilizzato nei paesi di lingua francese.

vespacar 1948 primo modello di ape piaggio, uno scooter che traina un carro

Fin dalle origini, quindi, i modelli Piaggio ebbero una funzione commerciale ed erano rivolti alle imprese e ai professionisti autonomi. Trasportare materie prime, semi-lavorati o prodotti finiti, non persone, come fu per il Tuk Tuk e i suoi precursori.

L’unico modello d’Ape progettato dalla Piaggio allo scopo di trasportare persone in contesti particolari, caratterizzati da certa intenzionalità scenica, fu l’Ape Calessino.

Per il resto, dalle prime Ape A, simili a una Vespa con cassone, all’Ape TM, all’Ape 50, alla MP, fino all’Apecar furgonata e all’Ape Classic, ancora in produzione, la Piaggio ha mantenuto il focus sull’usabilità commerciale dell’Ape.

E’ per questo motivo che l’Ape Piaggio è così apprezzata, oggi più che mai, dai commercianti ambulanti e dalle aziende, che ne sfruttano le capacità di trasporto e movimento, facendo leva sul suo valore iconico.

Il successo internazionale dei food truck Piaggio

Divenuta veicolo d’epoca nelle sue versioni più antiche, l’Ape Piaggio continua a essere prodotta perchè il mercato la richiede e le imprese ne apprezzano le caratteristiche.

ape piaggio gelateria anni '50 una vespa che traina un carretto

Il design e le qualità estetiche dell’Ape Piaggio, insieme alla sua funzionalità commerciale, la rendono adatta al trasporto di prodotti destinati alla vendita o all’esposizione, ma anche alla conversione in moderni food truck dotati di cucine professionali e allestimenti per la preparazione di cibi cotti o freschi.

Da almeno 10 anni lo street food è tornato in auge non solo con i piccoli commercianti ambulanti che mettono in piedi sofisticate attività itineranti (negozi e ristoranti mobili), ma anche con aziende di ogni dimensione e settore, che si lanciano in attività street food per ampliare il business e promuovere il brand.

Per questa seconda accezione, più focalizzata sulla promozione che sulla vendita in sè, si sta diffondendo il concetto di promo truck, ovvero un veicolo che, venda o non venda cibo di strada, gira per le strade o partecipa agli eventi principalmente per pubblicizzare dei prodotti e promuovere il marchio di un’impresa.

In tutte queste situazioni l’Ape Piaggio dimostra di essere un perfetto mix di funzionalità e design: trasporta, espone e vende prodotti o servizi con eleganza e sicuro impatto visivo. Ovunque si presenti cattura l’attenzione e calamita l’interesse dei passanti.

Cosa c’è di meglio per farsi notare? Street marketing nella sua forma più efficace grazie alle versioni più moderne di truck Piaggio.

Ape V-Curve

fritti è un'ape vcurve venduta in scozie progettata per la vendita di prodotti tipici siciliani

Brevettata da VS Veicoli Speciali, grazie al suo tetto affusolato, è un gioiello di design sempre al centro dell’attenzione in qualunque contesto si inserisca. Viene venduta in tutto il mondo ed è richiestissima per la sua duttilità ed eleganza.

Ape TR

ape tr realizzata per il supermercato iper la grande

Un veicolo senza motore brevettato da VS Veicoli Speciali in grado di portare tutti i vantaggi dell’Ape Piaggio dentro edifici pubblici e privati. Nessun luogo gli è precluso, all’Ape TR aprono le porte centri commerciali, stazioni e aeroporti, concessionari d’auto, musei, alberghi e resort, casinò, centri congressi, ecc. ecc.

Ape V-Smart Trasporto

ape v-smart trasporto disegnata per sella&mosca un'azienda vitivinicola sarda

Sostituisce l’Ape TM furgonata, finita fuori produzione, permettendo di fornire un efficiente ed eclatante servizio di consegne a domicilio in centri storici e aree urbane dove le piccole dimensioni e l’estrema mobilità fanno la differenza. L’Ape V-Smart Trasporto è un altro veicolo brevettato dall’innovativa azienda VS Veicoli Speciali.

Tre esempi per raccontare l’eccezionalità storica dell’Ape Piaggio, un veicolo che da più di 70 anni contribuisce a far muovere l’economia, rinnovandosi continuamente.

Provate ancora a confonderla con il simpatico Tuk Tuk!